CARCIOFI RIPIENI

UN FIORE DA MANGIARE

Questo piatto può essere sia un antipasto o un contorno (se ne servite uno), oppure un secondo se ne servite due/tre.. È sfizioso e sazia bene!

Chi segue un’alimentazione vegetariana può eliminare la pancetta e il prosciutto cotto. I Carciofi saranno comunque buonissimi.

Per questa ricetta sono preferibili i carciofi con le spine. Ma volendo si può fare anche con le altre tipologie di carciofo.

Puliteli eliminando le foglie esterne più coriacee e tagliando le punte spinose. Poi pelate il gambo e tagliate l’estremità più dura. Infine è sufficiente “allargare” bene il centro di ogni carciofo per creare lo spazio dove inserire il ripieno. Se c’è molta “barbetta”, eliminatela raschiando con un coltello o un cucchiaino.

Ingredienti per 8 carciofi:

  • 8 carciofi puliti
  • 10 fette di pancarré
  • 50 gr di pancetta arrotolata (corrisponde a 5/6 fettine)
  • 50 gr di prosciutto cotto
  • 50 gr di Emmental
  • 3 uova
  • 2 cucchiai di Pecorino
  • 2 cucchiai di Grana Padano
  • Pangrattato q.b. per la panatura dei carciofi
  • ½ cipolla media
  • 1 bustina di zafferano
  • 400 gr. di Olio di semi per friggere
  • Olio, sale, pepe, prezzemolo q.b.

Cosa vi serve:

  • Ciotola per preparare il ripieno
  • 2 piatti per la panatura
  • Padella per friggere
  • Pentola per cuocere i carciofi (di solito noi usiamo la Pentola a Pressione)

Procedimento: 

  1. Tritate grossolanamente 5 fette di pancarré con la pancetta (è bello che un po’ si veda e si riconosca) e mettetele nella ciotola. Adesso tritate le altre 5 fette di pancarré con il prezzemolo (a piacere) tritando invece finemente questi. Mettete anche loro nella ciotola e unite il prosciutto cotto e l’Emmental tagliati a pezzettini. Completate con 2 uova, il pecorino, il Grana Padano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe e amalgamate tutti gli ingredienti. Il ripieno è pronto.
  2. “Allargate” il centro dei carciofi e farcite con il ripieno, pressando per bene. 
  3. Ora dobbiamo panare le teste dei carciofi, ma solo la cima per sigillare il ripieno: in un piatto sbattete un uovo, e in un altro piatto mettete del pangrattato. Passaggio importante: prendete un carciofo e, tenendolo dritto (col ripieno verso l’alto) in aria sopra il piatto dell’uovo sbattuto, versategli sopra l’uovo con un cucchiaio (se, pensando di fare prima, li capovolgete direttamente sulle uova rischiate che il ripieno fuoriesca e fate un bel disastro!). Dopo avere versato l’uovo sul carciofo, adesso potete capovolgerlo sul pangrattato pressando bene.
  4. Friggiamo: cominciamo dalle cime delle teste per sigillare definitivamente il ripieno, quindi mettete i carciofi a testa in giù in una padella con olio bollente (non troppo olio, non dobbiamo immergerli completamente ma giusto rosolarli adeguatamente, come in foto). Poi rosoliamo leggermente tutti i lati, li scoliamo e li mettiamo su un piatto. 
  5. Per la cottura finale: rosolate dolcemente la cipolla tritata in un tegame (oppure in una Pentola a Pressione), aggiungete due bicchieri di acqua calda e, poco prima che l’acqua raggiunga il bollore, unite la bustina di zafferano, un pizzico di sale e i carciofi. Lasciate cuocere 20/25 minuti nel tegame chiuso con un coperchio a fiamma dolce, oppure 5 minuti con la Pentola a Pressione da quando comincia a “fischiare”, sempre a fiamma dolce. Servite su piatti caldi e buon appetito!

Risparmia e gusta!

Add Comment